Sito dedicato alla comunità di Montecelio, alle sue tradizioni e .....

Home
Il Paese
- Dove si trova
- Cenni storici
- Itinerari turistici
La cucina Monticellese
Piatti Tipici
- Dolci Tipici
- Costume Carattestico
- Foto Borgo Medievale
Arte e Cultura
- Artisti di Montecelio
- Studiosi di Montecelio
- Edicole Sacre nel Borgo
- Teatro Comunale Dario Vittori
Eventi Teatro
- Regolamento,costi uso Teatro
- Centro Artistico Teatrargo
- Gruppo Archeologico Latino
Chiese e Monumenti
- Chiesa Sant'Antonio
- Chiesa Sant' Antonino
- Chiesa San Lorenzo
- Chiesa San Michele
Castello medievale, Oratorio, - Porta Civica, Palazzo Cesi
Associazioni
- Associazione 'La Cordata'
- Associazione Micologica
- Banda musicale Cornicolana
- Circolo Cacciatori
- Moto Club
- Polisportiva
- Pro Loco
Manifestazioni
- Festa Madonna d'Aprile
- Festa Madonna d'Agosto
- Festa di Sant'Antonio
- Festa di San Michele
Mostra Micologica
La Befana
- Sagra delle Pinciarelle
- Programma
Comitati festa S.Michele
- Storico Comitati
Orari Mezzi Pubblici
- Orari trasporti autolinee SAP
- Orari trasporti autolinee +COTRAL
- Orari Ferrovie dello Stato
Pagine utili
- Pronto Soccorso, Ambulanza - Farmacie, Studi medici, ASL
- Farmacie di turno Guidonia Montecelio
- Carabinieri, Polizia
- Vigili Urbani, Vigili del Fuoco
- Polizia Municipale
- Poste, Enel, Inps, Inail,Acea
- Comune, Circoscrizioni
- Delegazioni, Ufficio Idrico
- Ufficio Tributi (ICI)
- Scuole, Istituti Comprensivi
Home
U' Panejallu
'A Ciammella coll'anesu
'A Palommella
(Pangiallo)
(Ciambella all'anice)
Nelle festività pasquali è (era) usanza a Montecelio fare tutta una serie di dolci/giocattoli come 'a palommella, 'a borzetta per le bambine, u'cavallucciu e u'piccione per i maschietti. 'A palommella consiste in una figura femminile che porta sulla pancia un uovo simbolo di fertilità e rinnovamento.
Ingredienti per 7 - 8 pangialli.
Ingredienti per 8 ciambelle
1 kg di mandorle 8 uova
1 kg di noci 1 kg di farina
1 kg di nocciole
1 cubetto lievito di birra
1 kg di zucchero
1 bustina di lievito
7 etti di zibibbo o uva passa
1/2 bicchiere di olio d'oliva
8 etti di farina 0
buccia di un limone grattugiato
10 fichi secchi tagliati a piccoli pezzi un pizzico di sale
un pizzico di semi di anice
Ingredienti
5 - 6 foglie di alloro
2 etti di cioccolata fondente tritata 3 uova
6 etti di farina
Procedimento
2 cucchiai di zucchero
1bicchiere vino bianco
un bicchiere d'acqua
Far bollire 1/4 di litro d'acqua con le foglie di alloro, far raffreddare e sciogliere il lievito di birra. Mettere la farina a fontana sulla spianatoia, versare nel mezzo le uova e gli altri ingredienti. Impastare il tutto, se necessario aggiungere la farina affinchè l'impasto sia omogeneo e duro. Fare dei rotoli della lunghezza di circa 60 cm e lo spessore di un pollice, piegare a metà, intrecciare e formare la ciambella. Ripetere l'operazione per il restante impasto. Lasciar lievitare per circa 30 minuti. Le ciambelle così fatte, immergerle una alla volta in acqua bollente fino a che tornino a galla, posarle sulla spianatoia e farle raffreddare. Poi metterle in forno caldo, lasciandole cuocere fino a quando assumono un aspetto dorato.
1/2 bicchiere di cognac
1/2 bicchiere di coantreau
Procedimento
Succo e bucce di 2 arance tagliate a listellini
Mettere la farina a fontana sulla spianatoia, mescolarvi i vari ingredienti, comprese le uova (meno un pò di albume, che servirà per spennellare). Impastare il tutto bene finché la pasta non diventi liscia ed elastica. Lasciare riposare, coperta affinché non asciughi, per 30 minuti per poi eseguire la lavorazione delle forme preferite, spennellare e mettere i dolci/giocattoli in forno caldo lasciandoli cuocere fino a quando assumono un aspetto dorato.
Procedimento
Lavare bene lo zibibbo o uva passa, con acqua tiepida e scolare. Unire in una ciotola tutti gli ingredienti, tranne la farina. Lasciare per un giorno in fusione ricordandosi di mescolare il composto di tanto in tanto. Trascorse 24 ore, aggiungere nella ciotola 8 etti di farina e amalgamare il tutto. Dividere il composto in pi¨ parti di dimensione a piacere, orientativamente di 7,8 etti l'una, di forma ovale a cupola direttamente nelle teglie rivestite con un foglio dall'uminio, lasciare riposare per 24 ore. Prima di infornare, inumidire la superficie del dolce con liquore secco (grappa, cognac ... ecc.) o acqua e cospargere un p˛ di zucchero. Mettere in forno caldo per 45 minuti a 180 gradi, pari al 2░ - 3░ grado del forno a gas. A cottura ultimata lasciate raffreddare sulla teglia. Lasciare passare almeno qualche ora prima di consumarlo. Avvolto in un foglio di alluminio si conserva a lungo.
I Struffuli (Castagnole)
Amaretti
Ingredienti
3 uova
4 etti di farina
9 cucchiai di zucchero
3/4 di bustina di lievito
1 etto di strutto
Ingredienti
1 bicchierino liquore secco (rum, grappa, cognac ecc...)
7 uova
1 kg di mandorle dolci
buccia grattata di 1 limone
30 gr mandorle amare
Procedimento
7 etti di zucchero
Mettere la farina a fontana sulla spianatoia, distribuire lo strutto a fiocchetti sul bordo della farina, versare nel mezzo le uova e gli altri ingredienti. Impastare il tutto lavorandolo con le mani fino ad avere una pasta morbita. Fare dei rotoli dello spessore di un pollice e tagliare a pezzi di circa 2 cm, arrotondarli a palletta e friggerli in piccole quantità in una padella con abbondante olio senza farlo bollire. Quando si gonfieranno e diventano dorati, scolarli dall'olio e metterli su un foglio di carta assorbente, dopo di che cospargerli con lo zucchero.
Procedimento
Tritare le mandorle con il frullatore, mescolare bene le uova con lo zucchero, usare la giusta quantità di miscela affinché l'impasto risulti consistente, amalgamare con cura. Con l'aiuto di un cucchiaio posare mucchietti di impasto, in modo ordinato, su una teglia con fondo infarinato o unto d'olio. Mettere la teglia in forno caldo, sul ripiano di mezzo, facendo cuocere per circa 15 minuti a 180 gradi (o finché gli amaretti non siano ben dorati).
Confezione regalo ..clicca
Ideato e realizzato da Angelo Stazi © Comitato S.Michele Arcangelo Classe 1949